L' Isola di Vulcano: il paradiso che cerchi!

Prenota un Appuntamento Telefonico: Ti Richiamiamo Noi!

Aug02

Il Tuo Tramonto a Vulcano

Creato il 02/08/2018 Modificato il 02/08/2018 Territorio

E quando alzando il calice incroci il suo sguardo, comprendi di aver trovato il regalo originale che cercavi. Una cornice da sogno, "uno dei più bei belvedere di Vulcano" , "un buona bottiglia di Malvasia secca ben fredda e gli stuzzichini preparati dallo chef", per ammirare lo spettacolo di un tramonto infinito. Un'immersione ancora oggi più intensa per il sole: unico protagonista e spettatore di un magico aperitivo, saluta una giornata che ha reso memorabile. Pochi minuti di cammino per abbracciare le Eolie gustando i tipici e deliziosi Formaggi di Vulcano, sorseggiando ottimo vino.

Sì, perché se alcuni scelgono Vulcano per una Vacanza Romantica, per altri è il posto ideale per festeggiare il 50° Anniversario di Nozze. Nessuna classica cerimonia seguita da un rinfresco. Ma una *** Vacanza in Famiglia***: figli con mogli/mariti e nipoti. Giornate di sole, mare e relax per grandi e piccini. Immersioni, Scalata al Cratere, Giro dell'Isola in barca e poi tutti a cena. Al ristorante Hotel Orsa Maggioreper scoprire i sapori delle Eolie sorseggiando un vino dal sapore solforoso che deve a Stevenson la sua esistenza.

Fu lui ad impiantare i vigneti e a trasformare la natura spoglia in colture di fichi, uva, alberi da frutta. La furia del Vulcano lo indusse a scappare. Ma i suoi frutti rimasero (ti consiglio di assaporarli!), così come chi decise di non abbandonare l'isola, forse i suoi coloni, e ripristinò le coltivazione nelle zone risparmiate dalla distruzione del Cratere. Un'esplosione violenta e duratura, 1888-1890, che non spaventò gli isolani del tempo: continuarono a renderla abitabile dando vita ad un'arcaica economia fondata su agricoltura e pastorizia nella zona verde e pianeggiante del Piano. Di pesca, invece, vivevano i pochi abitanti di Gelso.

Principalmente da loro discendono gli attuali abitanti di Vulcano che vengono chiamati vulcanari. Poche famiglie in un meraviglioso quanto difficile territorio che la crisi economica di fine Ottocento costringe a lasciare. Da isolani ad emigranti. Infatti, tra il 1911 e il 1971, molti Eoliani partirono in cerca di fortuna verso Australia, Stati Uniti ed Argentina. Il fenomeno migratorio coinvolse principalmente le isole minori, ma non risparmiò nemmeno la terza, per grandezza, di un arcipelago che assisteva così alla fine di un'economia tradizionale dovuta appunto al calo demografico.

Ma le Eolie e soprattutto i suoi vulcani continuano a suscitare interesse: nel 1949 il vulcanologo Houroun Tazieff aveva proiettato in Francia e Belgio riprese filmate a Vulcano e Stromboli fornendo così all' Associazione parigina "Connaissance du monde" l'occasione per organizzare dei tours per i vulcani italiani. Si scelse Vulcano come base da cui partire in escursione. L'isola però non era ancora pronta ad accogliere i turisti e, così, in seguito ad un accordo con un isolano proprietario di un terreno nella zona di Ponente, si costruì un piccolo e modesto villaggio che ben presto venne ampliato e migliorato: le richieste, in un solo anno, divennero numerosissime.

Sicuramente anche i film di Rossellini e Anna Magnani, Vulcano e Stromboli, accesero i riflettori su un arcipelago poco conosciuto. Soprattutto sulle isole vulcaniche per eccellenza. Misteriose, incontaminate e attraenti. Angolo di mondo selvaggi ed esclusivi se sino agli anni 50 sono mete di un turismo naturalistico, dal 1962 sono il paradiso silenzioso e rilassante di chi ha bisogno di allontanarsi dalla caotica città. Perché non comprare un terreno a Vulcano e costruirci la casa delle vacanze?

E così, in particolar modo a Vulcanello che non era mai stata abitata, sorgono villette ed esercizi turististici, spesso senza tener conto dell'ambiente e drl paesaggio data la mancanza di strumenti urbanistici.

Contemporaneamente le organizzazioni straniere promuovono sempre meno le Eolie favorendo un turismo italiano e di tipo residenziale.

Nel 1974 il numero degli alberghi e delle case sale vertiginosamente come le presenze.

Ed oggi? Oggi, forse, le Eolie tornano ad essere meta di chi le apprezza per la loro particolare natura che comunque rimane unica.

Vulcani attivi, terme naturali, sentieri da percorrere, immersioni alla scoperta di fondali ricchi di meraviglie con un clima sempre gradevole.

E che dire dei sapori della cucina eoliana? Connubio perfetto di antiche tradizioni contadine e marinare soddisfa i palati più esigenti.

E tu? Cosa pensi delle Eolie? Non le hai ancora visitate?! Sei ancora in tempo: contattaci!

Inviaci una Email dal Sito Web e Fai le Tue Domande